IL PAPAVERO

Papaveri, utilizzi cucina, utilizzi magici

II Papavero selvatico, pianta erbacea annuale spontanea è una specie che ritroviamo un po’ ovunque in Asia, in Africa ed in Europa, nelle zone a clima temperato. Emette un forte odore e produce un succo lattiginoso bianco, acre e come la specie Papaver sominiferum (Papavero da oppio) ha un leggero effetto narcotico anche se molto meno marcato, del papavero selvatico si usa tutta la pianta raccolta prima della fioritura anche …

Leggi tutto

ANGELICA

Pianta perenne che vive nell’Europa nord orientale, non riesce a sopravvivere in tutte le zone dell’Italia ma solo in quelle dell’Appenino in zone fresche e soleggiate ma non eccessivamente ventilate. Può arrivare anche a due metri di altezza e appartiene alla famiglia delle Apiacee. In Europa ci sono circa 30 specie diverse di angelica. La specie principale è l’Angelica archangelica (o Angelica officinalis) che non và confusa con l’Angelica silvestris …

Leggi tutto

TARASSACO

Il tarassaco (Taraxacum officinale) è una pianta appartenete alla famiglia delle Asteracee. E’ ricco di vitamina C, B e A, glucidi, sali minerali e tannino grazie a queste sue proprietà è sempre stato considerato è utilizzato nella medicina popolare. Parti usate: Le foglie, i fiori e la radice. Conservazione: I frutti devono essere consumati freschi; i fiori si utilizzano freschi o essiccati all’ombra e quindi conservati in vasi di vetro; la radice …

Leggi tutto

SENAPE

Le piante di senape sono delle erbacee annuali, con fusto eretto alto fino a 60 cm, con ramificazioni a piani successivi. Le foglie sono alterne, con i margini dentati e provviste di picciolo. I fiori sono gialli, portati da infiorescenze a grappoli termili che si aprono in maniera scalare in genere sempre in anticipo rispetto alla crescita dello stelo fiorale che rimane quindi sommerso dai fiori e dalle silique (i …

Leggi tutto

ORTICA

Ortica, malefici, utilizzi in cucina

Ortica Il nome di questa pianta deriva dal latino “urere” bruciare, irritare, a causa delle sue note proprietà urticanti. Le varietà più comuni dell’ortica sono la ‘Dioica’ e la ‘Urens’, molto simili ma di diverse dimensioni. Il fusto è eretto con foglie opposte, picciolate e ricoperte di peli, saturi di acido formico, che a contatto con la pelle, provoca intenso bruciore e dolore. Anche i fiori sono verdi, riuniti in …

Leggi tutto

VERBENA

Il genere verbena conta decine di specie di piante, diffuse in tutto il globo, in particolare in nord America ed in Europa; in vivaio troviamo in genere varietà ibride di Verbena, derivate spesso dalle specie nord americane. Le verbene sono piante perenni, ma la maggior parte delle varietà che possiamo trovare in vivaio tendono a non sopportare al meglio i rigori invernali, e quindi vengono molto spesso coltivate come annuali; …

Leggi tutto

LAVANDA

Pianta erbacea, perenne, sempreverde, originaria del bacino del Mediterraneo. Ha foglie argentee, molto profumate, strette ed allungate; in estate produce moltissimi fiori, piccoli e fragranti, raggruppati in spighe. La maggior parte delle varietà sono resistenti al freddo e vengono utilizzate in giardino, come siepi oppure a formare larghi cespugli. Volendo si può coltivare in larghi vasi, tenendo presente che è una pianta a crescita rapida, che cresce anche fino a …

Leggi tutto

IL NOCCIOLO E LA NOCCIOLA

Pianta originaria dell’Asia Minore. In Italia è diffuso in tutte le regioni, dalla pianura fino 1300 m di altitudine L’Italia e’ uno tra i principali produttori mondiali. Le regioni dove assume maggiore importanza sono la Sicilia, la Campania, il Lazio, il Piemonte e la Liguria. La raccolta delle nocciole viene effettuata in agosto-settembre. In cucina: le nocciole sono molto utilizzate, si gustano come snack, si possono aggiungere alle insalate, alle …

Leggi tutto

LA PIANTA DI ALLORO

L’alloro appartiene alla famiglia delle Lauraceae, originario dall’Asia Minore. Cresce spontaneamente in tutti i Paesi Mediterranei, ed è coltivato prevalentemente in Turchia. Oltre all’uso come pianta aromatica, l’alloro è ben apprezzato anche come pianta ornamentale,  sia in forma di cespuglio che di albero. Le foglie essiccate,  più ricche di essenze aromatiche se raccolte nei mesi estivi, si conservano in ambiente fresco, areato, poco illuminato ed in assenza di umidità. In …

Leggi tutto

IL FINOCCHIO

IL FINOCCHIO Il suo nome scientifico è Foeniculum vulgare, appartiene alla famiglia delle Ombrellifere. Croccante e piacevolmente profumato, il finocchio è forse uno degli ortaggi più presenti sulle tavole dell’area del Mediterraneo. Il clima migliore per la sua coltivazione è temperato, ma più tendente al caldo che al freddo. In Italia si coltiva più o meno ovunque, soprattutto al Centro e al Sud, dove viene molto usato a fine pasto, …

Leggi tutto

LA CANNELLA

Con il nome cannella si indica una spezia esotica (una delle spezie utilizzate dai tempi più remoti) costituita dalla corteccia di due specie appartenenti al genere Cinnamomum: C. zeylanicum, un albero sempreverde spontaneo a Ceylon e coltivato in tutta l’Asia tropicale; e C. cassia, grande albero originario della Cina e del sud est asiatico. Le piante della cannella, essendo originarie della zona tropicale, prediligono un ambiente ove la temperatura si …

Leggi tutto

DRAGONCELLO

IL DRAGONCELLO Nome scientifico Artemisia dracunculus, appartiene alla famiglia delle Asteraceae ed è una pianta originaria della Russia meridionale e della Siberia. Allo stato spontaneo in Europa non si trova. Il Dragoncello è una pianta erbacea perenne, che forma dei bei cespugli alti fino a 80 cm con fusti molto ramificati. I fiori sono molto piccoli di colore giallo-verde portati da infiorescenze riunite in pannocchie. Fiorisce da luglio ad ottobre. …

Leggi tutto